Honda Jazz dal 2008 al 2015, (2a generazione)

Compatto miracolo di spaziosità
La seconda versione dell'Honda Jazz (dal 2008 al 2015) si contraddistingue per una sorprendente offerta di spazio, interni variabili e una variante ibrida ecologica. Il mix di van e utilitaria le fa inoltre conquistare la vittoria nella classe delle utilitarie nel Rapporto DEKRA 2017 per i veicoli usati.

L'ultima nata della gamma di modelli Honda balza agli occhi come esempio di economia degli spazi. Si limita a soli 3,90 metri di lunghezza esterna, ma accoglie confortevolmente i propri passeggeri,offrendo un ampio spazio libero per la testa e un comodo accesso. Inoltre i sedili posteriori sono reclinabili separatamente e si ribaltano come le sedie del cinema.

Di conseguenza si crea un ampio spazio per i bagagli, dai molteplici impieghi, che può crescere dal formato standard, già di per sé considerevole, di 428 litri arrivando fino a 1384 litri. Questa possibilità di variare gli spazi non viene persa nella versione ibrida, poiché il serbatoio da 42 litri si trova sotto i sedili anteriori. L'ambiente inoltre si contraddistingue per la funzionalità, la solidità e una buona lavorazione.

Rispetto al modello precedente la Jazz è stata ulteriormente migliorata in termini di comfort di guida e sospensioni. Il comportamento su strada è sicuro, lo sterzo funziona con scorrevolezza. La visibilità posteriore tuttavia non è ottima, ragione per la quale si consiglia un modello dotato di sensori per il parcheggio.

La gamma di motori non riserva praticamente sorprese. A scelta sono disponibili due motori a benzina a quattro cilindri: uno da 1.2 litri con 90 CV/66 kW e uno da 1.4 litri con 100 CV/73 kW, che sviluppa un briciolo di dinamismo di guida in più.  Come alternativa Honda offre un motore ibrido elettrico-a benzina che ha una potenza di 98 CV/72 kW e di regola se la cava con un consumo di 4,5 litri. Questo modello si combina con un cambio automatico CVT a variazione continua (Continuously Variable Transmission), disponibile anche per il modello da 1.4 litri.

Fanno parte dell'ampio pacchetto sicurezza della piccola giapponese sei airbag di serie e il Controllo Elettronico della Stabilità (ESC). I freni lavorano in modo efficace, ma in caso di acquisto di un veicolo usato devono essere controllati. Nel crash test Euro NCAP la Jazz si è guadagnata cinque stelle intere. In materia di comfort il giudizio dipende molto dal livello di equipaggiamento. A partire dal modello Trend a bordo è presente un climatizzatore, a partire dal modello Elegance anche ruote in lega leggera, sensore luci e sensore pioggia, tettuccio panoramico e dispositivo cruise control Tempomat.

Commento 2017
La Jazz di terza generazione rappresenta un'amica fidata e convince per le valutazioni molto buone. Presenta tuttavia problemi di evidente usura dell'impianto frenante, spesso dovuta alla tendenza alla corrosione e all'usura dei dischi dei freni e a pinze dei freni che si muovono con difficoltà.

Visualizza dettagli veicolo